Tornate a casa, stanchi morti.

Vi ripromettete che no, stasera non vi lascerete tentare.

Stasera non si esce.

Però, cavoli, la voglia c’è, è lì, come quasi sempre.

Il ricordo del piacere provato l’ultima volta rompe gli argini e vi allaga il cervello.

L’idea di uscire di nuovo inizia a non sembrarvi più così faticosa.

Perché il premio potenziale della serata è allettante e sapete che dopo starete molto meglio.

Cedete, perché alla fine alle tentazioni si cede quasi sempre.

Vi vestite e uscite.

 

Questo è un esempio di processo decisionale applicabile indifferentemente alla serata tipo di un runner o a quella di una persona in cerca di un incontro amoroso. Pari pari.

Da lì in poi però – da quando cioè la porta di casa si chiude alle vostre spalle – le strade si dividono e il raggiungimento della soddisfazione finale può essere molto, molto più complicato a seconda di quale sia, delle due, la categoria a cui appartenete quel giorno.

 

Dalla caccia al piacere, spesso, torna più facilmente vittorioso il runner.

Perché la corsa è meglio del sesso, per almeno dieci motivi.

 

1. Questione di traguardi

La corsa dà molte più gratificazioni intermedie: di una mezza maratona ti puoi vantare, di una mezza scopata, francamente, no.

 

2. Due destini che si uniscono

Nel running la presenza di un’altra persona trasforma solo la corsa solitaria in corsa a due. Ma sempre corsa resta.

Nel sesso la presenza o meno di un’altra persona definisce quello che state facendo come masturbazione o accoppiamento. Fa una certa differenza.

 

3. Infortunistica

Prendete ad esempio un crampo. Può capitarvi sia correndo che facendo sesso. Nella corsa si può però tentare di fare qualcosa per prevenirlo. Provate invece a fare strechting prima del sesso, senza risultare ridicoli.

 

4. “Scusa, è una giornata no”

Se uscite a correre e dopo cinque minuti siete stanchi, potete tornare a casa alla chetichella e non raccontarlo a nessuno. Nel sesso c’è il serio, serissimo, rischio che la notizia trapeli.

 

5. Dress Code

L’avete mai vista come si veste, la gente che va a correre? Un’accozzaglia di colori fluo, mise improbabili, roba che sembra scelta al buio. Ma buio pesto.

Beh, sono felici lo stesso e portano a casa il risultato, nonostante la tenuta raccapricciante che indossano.

Poi pensate allo stress e alle ore passate a decidere come vestirvi e come accoppiare la biancheria, quella sera in cui uscite con intenzioni sessualmente bellicose.

E magari non beccate niente.

 

6. Molti amici, molto amore

Tante persone che vogliono farlo tutte insieme nel sesso si chiama orgia, nella corsa gara. La seconda potete raccontarla a tutti, anche alla mamma.

 

7. Business Plan

La struttura dei costi della corsa è tendenzialmente fissa e prevedibile: richiede un investimento iniziale per l’attrezzatura e qualche piccola integrazione se volete correre delle gare (ma trattasi di prezzi fissi e stabiliti a priori). Nel sesso è tutto più complesso e aleatorio: può andarvi molto bene e potreste rimediare una scopata offrendo solo un gin tonic, ma lo stesso risultato può costarvi diverse cene e montagne di alcol.

 

8. Nove medici su dieci la consigliano

Dopo la corsa non vi viene voglia di fumare una sigaretta.

E potete rifare stretching, sempre senza essere presi per il culo.

 

9. Da corsa nasce cosa

Pensateci, correndo potreste persino rimediare qualche scopata: metti che conoscete gente al parco e da co(r)sa nasce cosa…

Molto più raro il caso inverso di una/uno che eccitata/o dalle vostre capacità amatorie vi dica: “Adesso andiamo a correre insieme?”

E se lo fa è perché non l’avete stancata/o abbastanza. Brutto segno.

 

10. Voyeurismi

Se non vi piace correre, potete comunque andare a guardare, a tifare e a fare le foto a qualcuno che conoscete, mentre lo fa.

Senza risultare dei pervertiti.