Caro Babbo Natale
ti scrivo una letterina “sui generis”!
Vorrei qualcosa di speciale da te, grande rossonero.

Altro che i desideri dei bambini, i miei sono auspici concreti.
Delusa dall’ennesimo flop al “tempio”, ho più chiaro cosa tutti i milanisti desiderino trovare sotto l’albero.

Prima di tutto:
“Chi ha tempo non aspetti tempo”. Ti chiedo un progetto concreto e realizzabile.

Come secondo aspetto, non meno importante, potresti portare acquisti non campati in aria, ma scelti con raziocinio.
E, soprattutto, sarebbe doveroso trovare un regista dai piedi buoni, che sforni assist al bacio per i compagni e inventi trame di gioco. Il talento un tempo era la regola…
In più, troppo pochi sono ormai gli uomini veri rossoneri.

natale

È fondamentale ritrovare continuità, carattere e cuore: per anni simbolo del DNA rossonero.
Le vittorie si raggiungono assemblando queste componenti base.

Cercasi anche chiarezza: societaria, di squadra, di intenti.
Come mai un super progetto di stadio è tramontato brutalmente dopo due anni di lavoro?
E poi la vicenda Bee? Senza ancora un vero epilogo?
Troppo pot-pourri non giova a nessuno.

Anche tu, come tutti i tifosi rossoneri, sarai stufo di trovare la stagione compromessa già dopo poche partite! Tornare in Europa è diventato purtroppo un ritornello solo pour parler…

Natale s’avvicina: quanto dovremo aspettare per divertirci e gioire per il nostro amato Milan?

Anno nuovo, Milan nuovo! #weareacmilan

babbo