Ci sono quei giocatori con la faccia pulita, alla Thiago Silva, dal background sui generis, che vale la pena incontrare, anche solo toccata e fuga. Quanti amici curiosi di aneddoti sull’incontro con El Peluca!

Carlos, generoso e umile, in pochi anni è passato dall’essere bigliettaio e controllore sull’autobus di linea tra Barranquilla e Puerto Colombia, a vero giocatore di calcio, realizzando il sogno cullato sin da bambino. Sembra che, al San Paolo, Bacca sia rimasto in panca a prendersi un break dopo il bagno di folla a casa Milan.

È stata una settimana densa di eventi per i rossoneri: dal Meet & Greet con Bacca, al trentennale della presidenza Berlusconi.

carlos milan

Soprattutto per noi, nati negli anni ’80, questa ricorrenza ha grande significato. Siamo diventati grandi innamorandoci dei colori rossoneri e godendo per i grandi trionfi sulla scena nazionale e internazionale. Il rinascimento del Milan si è compiuto in quest’arco temporale: cosa ritornerà di quegli anni?

È stato un lungo weekend d’attesa del monday night, alla ricerca di sensazioni positive tra gli amici, nonostante le preoccupazioni per il febbrone del giovane Romagnoli.

Zapata diventa Zapatone, con una prestazione da incorniciare mentre il pallottoliere azzurro s’eclissa.

Si ripensa a quel match senza storia disputato un girone fa a San Siro.

Napoli-Milan metteva una fifa blu ma i rossoneri, mimetizzati da gechi, riescono a cavalcare l’onda delle ultime partite degli azzurri…

Cuore, carattere, coraggio: non belli esteticamente ma solidi. Al giorno d’oggi tornare con un punto prezioso da Fuorigrotta, giocandosela fino ai minuti finali, non è cosa da tutti! E che gran possesso palla?!

Altro che portiere adolescente … anche a sentirlo parlare sembra un veterano!

Dopo qualche anno, a inizio primavera, il miracolo di San Vesuvio tiene il Milan ancora attaccato al salvagente dei cadetti.

“Qualcosa è cambiato”. Quattro mesi fa in campo andava il fratello sbiadito del diavolo attuale!
Esame di maturità superato con 70/100.