Scesi in campo con una maglietta orribile di un verde fluo visibile anche in val padana in una giornata di nebbia, regaliamo una partita ancor più brutta. Soprattutto nel risultato.

JUVENTISMI

di Edoardo Pavesi

edoardopavesi_65x79

L’apertura è dedicata alle maglie della Juventus nella partita di mercoledì sera contro l’Atletico, a Madrid. Questo perché la bruttezza di queste maglie è l’aspetto tecnico tattico più interessante di quanto avvenuto in campo.

La partita, uno schifo.

Nel primo tempo noi sembravamo una di quelle squadre portoghesi degli anni ’90, di quelle che sembrava dovessero entrare in porta con la palla, anzi, potevano segnare solo da dentro l’area piccola al volo. Abbiamo finito la partita con il 75% di possesso palla e due tiri, due ciabattate, non in porta comunque.

Loro sono dei fabbri, esattamente come lo era quel simpaticone di Cholo Simeone in campo. Delle cacche, come li ho apostrofati per tutta la partita sempre per via delle orecchie vergini della mia bambina. Ogni tanto grandissime cacchette, per compensazione.

Poi una palla buttata dentro, due sportellate in area e vincono 1-0. Bravi loro.

E girone incredibile con tutti a 3 punti. In pratica visti i nostri standard, si mette male. E tra tre settimane siamo in Grecia. Si mette molto male…