Correre al mattino molto presto non è sempre facile, tuttavia, con l’arrivo del caldo, sembra l’unica via d’uscita. Soprattutto in città dove bisogna fare i conti con umidità, asfalto e smog, quando le temperature salgono uscire a correre alle prime luci dell’alba con l’aria fresca e piena di ossigeno, con il silenzio della città che ancora dorme, è un modo non solo per evitare il caldo insopportabile, ma anche per iniziare la giornata nel migliore dei modi, sapendo che si è già fatto qualcosa per se stessi e per il proprio benessere.
risveglio-alba

Con questo spirito nasce RDS Breakfast Run, una corsa creata da RCS in collaborazione con RDS, che si svolgerà alle 5.45 del mattino, coinvolgendo varie città: il 10 giugno a Reggio Emilia, il 17 giugno a Milano, il 24 giugno a Trento, il 1 luglio a Torino, l’8 luglio a Verona e infine il 15 luglio a Padova.

Il percorso è a portata di tutti, 5 chilometri a ritmo non competitivo. Al termine della corsa verrà offerta la colazione a tutti e l’intero evento sarà accompagnato dal format radiofonico ‘Tutti pazzi per… RDS Breakfast Run’ che vivrà e seguirà le fasi del tour con collegamenti in diretta.

RDS Breakfast Run è un progetto pensato per coinvolgere i runner più pigri ma anche coloro che non hanno mai corso per iniziarli a uno stile di vita migliore, proprio nel momento più bello della giornata, dove le vie sono ancora deserte ed è possibile ammirare le città illuminate dalla magica luce dell’alba nella quiete, un insolito quanto affascinante punto di vista.

Ecco qualche consiglio per facilitare il risveglio senza troppi traumi, ed essere sicuri di riuscire a varcare la soglia di casa con le scarpe da running.

1. La motivazione è fondamentale. Quando le temperature si alzano e diventano proibitive, l’unico modo per non perdere i benefici degli allenamenti fatti è uscire molto presto. Quindi dimenticate la vita sregolata e spericolata e, almeno la sera prima della corsa, andate a dormire presto senza esagerare con cibi fritti o con bevande alcoliche, che renderebbero il sonno agitato e difficoltoso. Più ore di riposo accumulate e più il vostro corpo reagirà positivamente e con energia allo sforzo.

svegliarsi-presto

2. Appena suona la sveglia, buttate subito i piedi giù dal letto e solo dopo spegnetela! Se la bloccate rimanendo sdraiati vi riaddormenterete e potrete dire addio alla vostra corsa mattutina e magari non arriverete puntuali neanche in ufficio (mi rivolgo soprattutto ai pigri con la pressione bassa). Andate in bagno, lavatevi la faccia con l’acqua fredda e bevete un caffè.

3. Se siete abituati a una colazione abbondante appena svegli, riservatela per quando finirete la corsa. Se non potete proprio uscire a stomaco vuoto, mangiate una fetta biscottata o un po’ di frutta secca e bevete acqua. La corsa al mattino accelera il metabolismo per il resto della giornata, ma le reazioni metaboliche avvengono in presenza di acqua. Quindi idratatevi!

corsa-mattino

4. Preparate il vostro outfit da corsa la sera prima, soprattutto se non vivete da soli. Nessuno apprezzerà i rumori che farete nel tentativo di cercare i calzini uguali, neanche il cane o il gatto. Tenete tutto l’occorrente pronto: abbigliamento, scarpe, cardiofrequenzimetro e, se necessario, anche il cappellino.

5. Prima di uscire, guardatevi allo specchio e sorridete. Ce l’avete fatta e siete a buon punto nella vostra impresa, siete riusciti a svegliarvi per fare una delle cose che amate di più: correre! E quando la città inizierà a svegliarsi, voi starete rientrando a casa soddisfatti, con l’energia positiva di chi ha già dedicato del tempo prezioso a se stesso e può affrontare il resto della giornata con lo spirito giusto.

corsa-alba-come-fare

Per iscrivervi a RDS Breakfast Run potete cliccare qui.

campagna_breakfast_run_2