Week – end sorprendente: in fuga dal Salone del mobile molte famiglie a San Siro, sotto un cielo limpido. Uomini ben schierati in campo e … pianeti benevolmente allineati.

Pittori che, come Suso, dipingano sulla tela verde di San Siro, oggi ne esistono pochi. Il Cardellino inventa dal nulla una punizione alla Van … Beckham! Quanto ci è mancato il suo estro.

La Spagna rossonera è sugli scudi. Anche il collega Deulofeu fa il bello e il cattivo tempo seminando panico tra gli avversari e divertendo  i numerosi tifosi accaldati, finalmente accorsi a San Siro. Dopo aver fatto sgassare il suo motorino alla grande, correndo ovunque, chiude la giostra dei gol calando il poker con una rete chirurgica.

Tra l’imprevisto 3 a 0 già a fine primo tempo, e le notizie stupefacenti che appaiono sul tabellone dello stadio, la goduria è massima. Sembra di vivere una domenica d’altri tempi, quando con la tua squadra in vantaggio ed in controllo del match l’occhio era spesso rivolto al maxi schermo, in attesa di notizie succulente.

Due lati della medaglia della pazza estate in anticipo: Calabria amara per qualcuno… Calabria assist a San Siro.

È incredibile come la difesa rossonera d’improvviso sia tra le migliori del campionato. Certo il Palermo è scarso davvero; da anni non arrivava a San Siro una squadra così allo sbando, tanto da rischiare di prendere almeno 6 gol.

“Che domenica bestiale la domenica con te.” Tutto merito del cuore, nel calcio come nella vita!

Attesa pasquale adrenalinica per il popolo rossonero tra stracittadina e presunto closing.

Nel frattempo in altri mondi si respira quell’aria una volta cara all’ambiente rossonero, con magiche notti da dentro o fuori.

Quanti Milan Barcellona ora sono un lontano ricordo…

Quando si tornerà ad ascoltare la musichetta che naturalmente scorreva nel sangue ?!